CONDIVIDI
Dove Dormire a Lanzarote

Qual è la zona migliore per alloggiare a Lanzarote? Dove dormire a Lanzarote?

Avete bisogno di consigli per dormire a Lanzarote? Sull’isola ci sono opzioni davvero per tutti, grazie a località turistiche, incantevoli villaggi costieri o luoghi panoramici fuori dai sentieri battuti, quindi la scelta dell’alloggio dipende esclusivamente dal tipo di vacanza che volete fare.

Alloggiare ad Arrecife, la Capitale

Arrecife Gran Hotel & Spa Lanzarote
Playa El Reducto

Se cercate il lato più moderno e metropolitano di Lanzarote, allora dovete visitare Arrecife, la capitale dell’isola. Qui troverete una vivace città portuale, plasmata sia dal suo passato marinaro sia dalla sua attuale e rapida rigenerazione. L’attuale rigenerazione della capitale è simboleggiata dal Gran Hotel & Spa, hotel di lusso a 5 stelle che spicca sulla spiaggia di El Reducto. La città ha inoltre un centro molto pittoresco, che si concentra intorno a El Charco, le principali passeggiate sul lungomare e i vari parchi, e può anche vantare un interessante patrimonio storico. Tuttavia, Arrecife non è realmente orientata al turismo.

Alloggiare nelle città turistiche

costa teguise
Costa Teguise

La maggior parte delle persone sceglie di alloggiare nelle città turistiche di Lanzarote, le quali hanno spiagge, ristoranti e ogni tipo di attività. Ci sono tre città turistiche principali:

  • Puerto del Carmen: centrale, attrezzatissima di qualsiasi bisogno un turista possa aver bisogno e a pochi minuti (massimo 30 minuti di automobile) da quasi ogni attrazione dell’isola e dall’aeroporto.
  • Costa Teguise: ottime strutture per le famiglie e per rilassarsi e fare sport acquatici in spiaggia e vicina a molte attrazioni turistiche.
  • Playa Blanca: la più lontana dall’aeroporto, ma quella forse con più fascino; un grande porto turistico, un sacco di bar e un’atmosfera rilassata la rendono il luogo ideale per una vacanza tranquilla e sofisticata. Situata nella zona più vicina alle famose spiagge del Papagayo.

Alloggiare nelle cittadine costiere tradizionali

Punta Mujeres

Se volete trovare opzioni più tranquille e di carattere, ci sono alcune cittadine e villaggi costieri davvero belli, come:

  • Punta Mujeres: case tipiche dalle finestre verdi e blu, affacciata sulla costa orientale, con piscine naturali nella roccia.
  • Arrieta: poco lontana dalla precedente, con il suo tratto di sabbia incontaminata, buone strutture e una vasta scelta di ristoranti sul lungomare.
  • El Golfo: tipico villaggio lanzaroteño situato sul lato ovest, proprio vicino al Lago Verde.
  • Órzola: cittadina all’estremità settentrionale di Lanzarote, porta d’ingresso alla vicina isola di La Graciosa.

Cittadine tradizionali dell’entroterra

Nel centro dell’isola si trovano cittadine con una lunga storia alle spalle, ma che hanno conservato la loro autenticità. Ottimi luoghi per dormire a Lanzarote e visitare il cuore dell’isola.

Phoenix Canariensis
Palme di Haría
  • Teguise, una cittadina piuttosto tranquilla. L’assenza di hotel, unita al fatto che pochi tour organizzati in pullman si preoccupano di fermarsi qui, si traduce in strade e piazze silenziose e deserte, dove il passato sembra essere perfettamente conservato – se non congelato nel tempo.
  • Nazaret, un villaggio di circa 1000 abitanti situato nel centro dell’isola di Lanzarote, facente parte del municipio di Teguise, la cui principale attrazione turistica è una spettacolare villa costruita in una vecchia cava, che la leggenda associa all’attore egiziano Omar Sharif.
  • Yaiza, dove le piantagioni colorate hanno creato un contrasto accattivante con lo sfondo vulcanico della zona, il che ha portato la cittadina a vincere l’ambito titolo di villaggio più bello della Spagna, non una ma ben due volte.
  • Haría, descritta dallo scrittore canario Alberto Vazquez come: “Senza dubbio il più bel villaggio dell’isola, se non del mondo”, fornisce un contrasto mozzafiato con i paesaggi più aspri e meridionali di Lanzarote grazie alla sua oasi di palme verdeggiante.
  • San Bartolomé, grattando un po’ sotto la sua superficie, rivela ben presto i suoi tesori nascosti. Infatti, la cittadina ospita alcuni degli edifici più storici dell’isolagraziose piazzeattraenti viali, un museo affascinante e l’ultimo mulino a vento funzionante rimasto a Lanzarote.
  • Tías, cittadina che offre un facile accesso all’aeroporto senza il rumore degli aerei, che gode di una posizione centrale e che vanta buone strutture locali come supermercati e negozi interessanti. In più conserva un’autentica atmosfera spagnola e vanta una serie di discrete attrazioni.

Alloggiare nelle zone rurali

Güime
Güime

Fuori dai centri urbani, si possono trovare piccoli villaggi molto rustici, come Mancha Blanca, Tabayesco, Guinate, Conil, Femés e molti altri, nei quali avrete la possibilità di affittare villette e case private e vivere in maniera più diretta la natura locale.

Alloggiare al largo di Lanzarote, sull’isola di La Graciosa

Caleta del Sebo
Caleta del Sebo

L’ultima opzione, se volete passare un po’ di tempo lontano dalla folla e anche dal mondo, è prendere il traghetto per La Graciosa, in cui vi sono solo due centri urbani, Caleta del Sebo (capitale dell’isola) e Casas de Pedro Barba. L’isola è priva di strade asfaltate, quindi l’opzione è sicuramente più ghiotta per chi cerca un’esperienza di pura immersione nella natura.

Hai deciso dove dormire a Lanzarote?
Allora guarda le offerte di Booking!
Clicca qui ➤

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here